I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ok Rifiuta

Alcune regole per lavorare bene con i clienti

L'Italia è il Paese della burocrazia anche per gli sviluppatori web. Il primo passo per mettersi in regola, dichiarando allo Stato i propri redditi, è versare le tasse con ritenute di acconto (sotto il reddito di 5000 euro/anno lordi) oppure con l'apertura di una partita IVA con spese per commercialista, INPS ecc. Fatto questo possiamo esercitare la nostra professione da liberi professionisti. Ma le cose non sono finite qui perché a rendere il tutto abbastanza difficile sono le relazioni con i clienti. Nel corso della mia esperienza anch'io ho preso fregature, d'altronde molti ne prendono! Ma di seguito elencherò alcuni accorgimenti o regole che potrete adottare per cercare di non prenderne.

image1

1. Incontrare il cliente

La prima regola sembra scontata ma è sempre meglio incontrare il cliente di persona prima di realizzare un preventivo. L'appuntamento serve a chiarire bene cosa serve all'azienda, il target di persone a cui si rivolge il sito e tutte le funzionalità che dovrà avere (CMS, NEWSLETTER, GESTIONE FILE ecc.).

2. Mandare al cliente il preventivo in .pdf

Il preventivo va inviato al cliente per e mail oppure a mano stampato su carta. Nel primo caso è sempre meglio mandarlo in formato .pdf in modo che il cliente non possa modificarlo.

3.Contratto

Se il cliente accetta l'importo del preventivo, dovrà firmare un contratto che regolerà il vostro rapporto/prestazione. Per la domanda come deve essere impostato un contratto ho scritto questo articolo in precendenza. Se il cliente non vi accetta una clausola, potreste mettervi d'accordo per cambiarla ma, se non ve lo firma in nessun modo non fategli il lavoro!

4.Anticipo

Chiedete sempre un anticipo per l'inizio sviluppo al vostro cliente almeno del 35% della somma totale!

5.Consegna del materiale

La consegna del materiale va concordata bene nel contratto a vostra tutela, per non attendere troppo tempo nella realizzazione di un solo sito. Infatti a causa degli impegni del cliente o terzi il materiale tarderà sicuramente ad arrivare. Facciamo in modo che non tardi troppo.

6.Modifiche diverse dai requisiti iniziali

Se il cliente vi chiede modifiche non pattuite inizialmente nel contratto, fatevele pagare a parte. Nel contratto OSCON che vi ho linkato nell'articolo è regolarizzata anche questa cosa.

6.Saldo totale alla consegna

Prima di mettere il sito online, farlo approvare dal cliente. Se il lavoro è stato fatto secondo i requisiti iniziali, fatevi dare il saldo finale con bonifico o in contanti e nel caso del bonifico, non appena ne avrete conferma, mettete il sito online.

Con queste sei semplici regole riuscirete a regolare i vostri rapporti con i clienti. Cercate di seguirle tutte per ogni lavoro e sicuramente vi ritroverete senza brutte sorprese!

I più letti

Seguici su Facebook

Seguici su Google+

Renzo Cappelli

miafoto

Sono un appassionato di informatica, mi dedico allo sviluppo web e alla gestione dei sistemi web-based: realizzo siti e progetto software gestionale per privati e aziende. Ho tanta passione per tutto quello che riguarda il web e le nuove tecnologie, lavoro bene in team e collaboro con aziende e professionisti di settore.

Commenti

NON CI SONO ANCORA COMMENTI.

Lascia il tuo commento