I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ok Rifiuta

Come creare una droplet e un VNC con Digital Ocean

Molti sviluppatori web creano da zero il proprio sito web su un VPS per personalizzare al massimo le caratteristiche del proprio spazio server. Digital Ocean è conosciuto in tutto il mondo per i suoi Virtual Server con ottime performance ed è usato da molti sviluppatori per i suoi prezzi bassi e per i server con SSD. In questo articolo trattiamo come configurare in modo semplice la prima droplet (letteralmente goccia) sui VPS di Digital Ocean. 

image1

Creiamo la droplet

Step 1: Creiamo il nostro account sul sito www.digitalocean.com, registriamoci e scegliamo uno dei piani messi a disposizione. Ci sono piani a pertire da 5$ al mese fino a 80$ al mese con un quad core 8 GB di memoria e 80 GB SSD. 

Step 2: Dopo aver acquistato il piano e fatto il pagamento, entriamo nella nostra area riservata e creiamo una droplet. Indichiamo il nome, la location, il tipo e la configurazione della droplet. Come location vi consiglio quella di Amsterdam dati i tempi di latenza bassi. Infine scegliamo il sistema operativo da installare sul nostro VPS.

Step 3: Infine la nostra droplet verrà attivata e nella nostra casella mail verranno recapitati i dati e l'IP del server. Per installazione predefinita il nostro server funziona tramite SSH, quindi per installare le varie applicazioni dovremmo inviare comandi da terminale.

Installare un VNC

Tutti sappiamo che per vedere il desktop di un computer da remoto, dobbiamo connetterci ad esso tramite l'IP e un servizio di VNC (Virtual Network Computing) che gira sulla macchina in questione. Praticamente il servizio di VNC serve per amministrare a distanza il nostro computer (in questo caso il VPS di Digital Ocean) e per installare facilmente i programmi che ci servono come se ci fossimo seduti davanti. Vediamo come installare il servizio di VNC:

Step 1: Innanzitutto apriamo il nostro terminale da MAC o Linux e digitiamo 

ssh root@your_ip_address

"Your ip address" è il vostro indirizzo IP che avete ricevuto nell'email iniziale. Digitate poi Yes per connettervi e digitate la vostra password contenuta nell'email. Per connettervi tramite Windows, invece, dovrete scaricare questo programma.

Step 2: Arrivati in questo step sarete connessi alla vostra droplet personale. Ora dovremo installare il servizio di VNC. Per installarlo digitate questo comando una volta connessi:

apt-get -y install ubuntu-desktop tightvncserver xfce4 xfce4-goodies

Con questo comando installerete tutti i servizi di tightVNC Server. 

Step 3: Ora aggiungiamo una username e una password per il servizio. digitiamo i comandi:

adduser vnc
passwd vnc

ora digitiamo:

su - vnc
vncpassword
exit

image2

Quando ci chiederà la password metteremo la password che useremo per connetterci al servizio VNC.

Step 4: Arrivati a questo punto dobbiamo eseguire tightVNC come servizio all'avvio. Per fare questo eseguiamo:

nano /etc/init.d/vncserver

e copiamo nel file che si apre nel terminale il seguante contenuto:

#!/bin/bash

PATH="$PATH:/usr/bin/"

export USER="vnc"

DISPLAY="1"

DEPTH="16"

GEOMETRY="1024x768"

OPTIONS="-depth ${DEPTH} -geometry ${GEOMETRY} :${DISPLAY}"

. /lib/lsb/init-functions

 

case "$1" in

start)

log_action_begin_msg "Starting vncserver for user '${USER}' on localhost:${DISPLAY}"

su ${USER} -c "/usr/bin/vncserver ${OPTIONS}"

;;

 

stop)

log_action_begin_msg "Stoping vncserver for user '${USER}' on localhost:${DISPLAY}"

su ${USER} -c "/usr/bin/vncserver -kill :${DISPLAY}"

;;

 

restart)

$0 stop

$0 start

;;

esac

exit 0

 

Chiudiamo e salviamo il file. Ora editiamo quest'altro file:

nano /home/vnc/.vnc/xstartup

e sostituiamo il contenuto con questo:

#!/bin/sh

xrdb $HOME/.Xresources

xsetroot -solid grey

startxfce4 & 

Step 5: Ora cambiamo i permessi dei file in  questo modo:

chown -R vnc. /home/vnc/.vnc && chmod +x /home/vnc/.vnc/xstartup

sed -i 's/allowed_users.*/allowed_users=anybody/g' /etc/X11/Xwrapper.config

Step 6: Rendiamo avviabile il servizio VNC:

chmod +x /etc/init.d/vncserver && service vncserver start

update-rc.d vncserver defaults

Step 7: Ora connettiamoci al desktop della nostra droplet tramite un VNC client scaricabile per Windows da qui. Per chi possiede un sistema MAC il programma è già integrato nel sistema. Si chiama Condivisione Schermo e potrete trovarlo nel percorso MacintoshHD/Sistema/Libreria/CoreServices/Condivizione Schermo. Per connettervi al desktop del VPS impostate il vostro IP nel programma e quando richiesto inserite la password impostata prima.

I più letti

Seguici su Facebook

Seguici su Google+

Renzo Cappelli

miafoto

Sono un appassionato di informatica, mi dedico allo sviluppo web e alla gestione dei sistemi web-based: realizzo siti e progetto software gestionale per privati e aziende. Ho tanta passione per tutto quello che riguarda il web e le nuove tecnologie, lavoro bene in team e collaboro con aziende e professionisti di settore.

Commenti

NON CI SONO ANCORA COMMENTI.

Lascia il tuo commento